Noël

Caro Babbo Natale, lasciando stare renne, e panni rossi, ti sento nella luce, e per questo ti sono grato per tutto quello che mi doni ogni singolo istante della mia vita, ti chiedo scusa per tutto ciò che non sono riuscito ad accogliere. Però siccome a Natale, arriva il Dono dei doni, io desidero nel mio essere, che tutto ciò che è stato preservato di bene per la mia Vita, possa essere condiviso con le persone che più hanno bisogno. Come il primo giorno, fino all’ultimo, grazie di avermi donato Fede, accompagnato nel Credo. Che il Natale Sia sempre, in ogni istante presente nella vita di coloro che patiscono sofferenze.

Info su arte involontaria

Sposo il Dio dello Spazio, dove le stelle sono fluorescenti e non accese di un fuoco finito, dove la luce non brucia ma illumina ogni coscienza. Sposo il Dio dello Spazio, dove un tempo non era un tempo quando viveva l'emozione, dove risiedeva la giustificazione nell'Onniscienza, tutto ha un senso, e tutto è nella posizione con lo stesso numero, senza invocazione per una forza maggiore, senza discernimento tra albero e frutto, senza paura che non di se stessi, senza timore, che di essere offesi, senza parole per il peso delle stesse. Claudio Arezzo di Trifiletti
Questa voce è stata pubblicata in 3, 37 anni, Christmas, Noël e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.