melted ice

Il predicatore senza mascherina, nelle migliori birrerie del Cibali.

(Ghiaccio Sciolto Palazzo Speciale Catania) 

(Ghiaccio Sciolto Palazzo Speciale Catania)

Non ho molto da dire, a casa sto spesso in silenzio, molte voci mi raccontano, quando esco provo a spiegare, ma sembra tutto inutile. Affetti incontro, occhi amo, sentimenti provo, sembra abbiano ancora carta e penna, eppure leggeri come piume perse in volo, riconosco quel suono. La notte a volte mi sveglio, incomincio a impastare per le frittelle di mele, lascio la finestra aperta per far uscire l’odore della lieve frittura. Indimenticabile errore, aver buttato il centro della mela, i suoi semi. Piantare è la cosa più giusta che sia rimasta da fare. Figli non ho, spero un giorno le parole di cui sono frutto, possano nutrire beneficio. Raccolgo semi, perché mi aiuta a sognare, sognare un mondo in cui confidare.

(Nespoleto, futuro ficusleto)

(Nespoleto, futuro ficusleto)

intelligence

Intelligenza disumana utilizzerà intelligenza artificiale per assoggettare l’intelligenza umana. Questa è l’equazione.

Small flower inside the star

Quando trovo anche un vaso con della terra nell’immondizia, mi rendo conto che siamo davvero indietro. Se solo si riuscisse a contemplare come disegno infinito, il danzare delle rondini, forse il mondo si potrebbe cullare. Proteggi in noi ciò che risiede prima di noi.

pensiero artista mondo unito salvezza pianeta

pensiero artista mondo unito salvezza pianeta

rispetto futuro compatibile stelle nel deserto

rispetto futuro compatibile stelle nel deserto

Un futuro prossimo ci saranno macchine a bloccare le contestazioni, notizie presenti nell’etere. Saputi, teste dormienti, disonestà intellettuale, ancora oggi ho raccolto un piccolo fiore dalla strada. Rispettare il Pianeta è l’unica protezione che la vita possa ricevere.

sensibilità di un germoglio canto del mattino

sensibilità di un germoglio canto del mattino

plain flour

Un rituale che un giorno avrà fine, la schiavitù da pensieri bassi. Chi pensa male si ritrova col malessere nell’anima. Una notte V.Bellini in visione mi confidò: ignora e sii felice. Non ho mai elevato le mie possibilità, perché riconosco in questo, un tempo. Non mi sono mai difeso dal male, perché la luce mi interessa, il valore del contenuto nelle parole. C’è un tempo per comprendere ciò che un seme riesce a nutrire alla sua morte. Passaggi d’anima, impasto semplice farina, con amore diviene medicina. Di niente mi circondo che non abbia un trascorso nel sogno.

Art as a principle of knowledge

Che stupida creatura hanno reso il genere umano. Secoli fa avevamo tutti i pidocchi, farsi un bagno caldo era un lusso, oggi siamo chiusi dentro un grande fratello, noi insieme al pianeta facciamo parte di un grande esperimento. Precedentemente potevo essere Davide, padre di Salomone, ma oggi, la sera è un problema con le zanzare, agguerrite come non mai. Dolci delfini avvertono gravi insidie. Quando avevo un terrazzo (Casa Museo Sotto l’Etna), i vasi erano mondi, le piante torri, le radici antenne attraverso le foglie. Avevo due tipi di papiri, e dentro la vasca (pila) anche le ninfee e qualche pesciolino. Una volta cresciuto il papiro lo trasferii dentro una gebbia (Terre di Martorina – Rg). Era il compleanno di mio padre, ed ero felice perché da Catania, avevo fatto ascoltare a quelle radici buona musica, non vedevo l’ora potessero trasmetterla all’acqua per l’irrigazione nei campi. In seguito misi anche delle carpe che condividevano quell’oasi insieme a qualche rana. Dopo anni, e non poche discussioni, trovai il papiro seccare fuori dalla gebbia, e una rete ultra sottile che non permetteva più alle signore libellule benedire l’acqua. Ricordo la ritualità nella preparazione dell’organico, portare al terreno memoria di un momento di casa, vivevo in simbiosi con stelle e candele, sogni del mattino. Mangiare un frutto appena raccolto, sentire il consiglio su dove posizionare il seme. La ritualità del saper vivere. In questo momento la pioggia sta componendo musica.

home scent

profumo di casa

profumo di casa

Spremo un limone, bevo acqua con sapore, prendo la buccia, decoro la forma, trovo ristoro nel ricordo. L’essenza presente è medicina di casa mia.

rise again

Più parlate di soldi e politica, e più mi rendo conto che siete di fuori. Noi non abbiamo mai fatto parte dell’Europa, certo sulla carta molti figli sembrano avere altri genitori. Kennedy prima che lo uccidessero, e vi prego non dite la boiata della mafia, ci aveva messo in guardia dalle origini di un nuovo ordine mondiale, ecco l’Italia appartiene a questo organo. Ma è possibile che non vi ricordiate chi eravamo, quanto di più mediocre ha prevalso, e quanto di più meritevole è stato bannato. Dai fate i buoni, italia uno. Notte

regression

Chi prende le difese del 5G, afferma che meritiamo l’estinzione. Andare più veloce, ma dove se siamo relegati come topi a casa. Con quale coraggio decapitare alberi che sono l’alfabeto di Dio, e se non avete nessuna spiritualità, pensate almeno che sono proprio gli alberi la salvezza del pianeta, non questa tecnologia.

daring to become

imprints of peace

imprints of peace

Andato Ardire – Quando nasciamo dalla terra, chi ricorda, ne resta devoto. Dicono gli indiani: Chi apre occhio non batte ciglio. Ciò che voglio dimostrare, non oso sognare. Non bramo potere, che non siano beneficenze dell’essere. Noi siamo ora per divenire, altro non vi saprei dire. Il racconto è assai antico, narra di legende di un nuovo mondo, è da tempo che l’attendevamo, forse è giunta la sua mano. Saranno le idee a governarci.

Buona Pasqua

Buona Pasqua

don’t panic

Rimediare umanità, questo ha richiesto il pianeta. In sogno mi è stato chiesto se Roma ce la farà, ho pensato di aver sbagliato tavolo. Paura e sgomento, l’uomo ha trovato l’uovo dentro il palmento. Non siate presuntuosi, riconoscete le vostre guide, vi sono state affidate perché voi comprendiate. Il tempo per noi non è paragonabile a quello degli angeli, delle montagne, del creato. La prima volta uccideste il Figlio, e la Madre vi perdonò, oggi quel perdono diventa giudizio. Guai all’uomo stolto, e abbi fede che il tuo dolore possa avere giustificazione. Niente di materiale avrà spirito, se non i frutti dell’amore. Lavorate la terra per nutrirvi, date riposo al mare e a tutte le risorse, camminate piano, il tempo è arrivato.