Archivio tag: futuro

Steam, consciousness evolution, world awakening

Amo/Re AmoTe @ Devozione Assoluta Madre Natura – Cerchi d’oro Catania, Piazza Giovanni Verga – Accademia Belle Arti, Storia del Costume.

Sogno coscienze svegliarsi, liberare le tante piazze, restituire spazio al gioco dei bambini. Uscire, incontrarsi all’ombra dei generosi alberi, terra ritorna respirare. Uomo medita, vita e rispetto, riguarda tutti gli esseri in questo mondo. Dolore, scavi incontrastati, demolizioni, pianeta saturo di macerie, rifiuti. Modelle, splendidi abiti portano l’attenzione a ciò che inevitabilmente sfugge. Linea sottile, respiro, battito condiviso, presente offuscato dal grigio. Concedersi all’Oro, vero, immateriale che risiede nell’elevato pensiero, direzione da perseguire.

Credo che non vedrò mai una poesia bella come un albero. Ma le poesie le fanno gli sciocchi come me. Un albero lo può fare solamente Dio. Joyce Kilmer

Credo che non vedrò mai una poesia bella come un albero. Ma le poesie le fanno gli sciocchi come me. Un albero lo può fare solamente Dio.
Joyce Kilmer

C'è sempre musica tra gli alberi del giardino, ma i nostri cuori devono essere molto sereni per sentirla. Minnie Aumonier

C’è sempre musica tra gli alberi del giardino, ma i nostri cuori devono essere molto sereni per sentirla.
Minnie Aumonier

Gli alberi sono santuari. Chi sa parlare con loro, chi sa ascoltarli, percepisce la verità. Essi non predicano dottrine e ricette ma predicano, noncuranti del particolare, la legge primordiale della vita. Hermann Hesse

Gli alberi sono santuari. Chi sa parlare con loro, chi sa ascoltarli, percepisce la verità. Essi non predicano dottrine e ricette ma predicano, noncuranti del particolare, la legge primordiale della vita.
Hermann Hesse

I tronchi degli alberi sono separati, ma le radici si tengono strette le une alle altre e i rami in alto si intrecciano. Sono uniti a livello profondo ed a quello più elevato. Gli uomini dovrebbero essere come un'immensa foresta. Romano Battaglia

I tronchi degli alberi sono separati, ma le radici si tengono strette le une alle altre e i rami in alto si intrecciano. Sono uniti a livello profondo ed a quello più elevato. Gli uomini dovrebbero essere come un’immensa foresta.
Romano Battaglia

Uno sciocco non vede lo stesso albero che vede un saggio. William Blake

Uno sciocco non vede lo stesso albero che vede un saggio.
William Blake

Talvolta, un albero umanizza un paesaggio meglio di quanto farebbe un uomo. Gilbert Cesbron

Talvolta, un albero umanizza un paesaggio meglio di quanto farebbe un uomo.
Gilbert Cesbron

Abiurerei tutti i miei terrori per il sorriso di un albero... Emil Cioran

Abiurerei tutti i miei terrori per il sorriso di un albero…
Emil Cioran

Non terrorizzate i vostri bambini con la vita eterna. Ditegli che da morti si diventa alberi. I grandi alberghi degli uccelli. Diego Cugia

Non terrorizzate i vostri bambini con la vita eterna. Ditegli che da morti si diventa alberi. I grandi alberghi degli uccelli.
Diego Cugia

Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo. Noi li abbattiamo e li trasformiamo in carta per potervi registrare, invece, la nostra vuotaggine. Kahlil Gibran

Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo. Noi li abbattiamo e li trasformiamo in carta per potervi registrare, invece, la nostra vuotaggine.
Kahlil Gibran

Seedless grapes

Società affamata di potere, seduto dinanzi a me l’avere un trascorso racconta, sguardi confusi dispersi nella marea d’asfalto. Finanza stampa notizia, cornice della dovizia, quanti domestici si strappano la maglia urlando il vecchio.

Uva senza semi

Uva senza semi

Radici restano sotto la pietra, pulsa la ragione incastonata in prigione. Sbarre invisibili, giudizi inconfondibili, il suono delle macchine diventa frastuono, vuoto contiene viaggi inutili. Tutto è presente, mattone per mattone la sostanza diviene incandescente, la mente si scioglie, un bicchiere di vetro intarsiato riceve, immagina un pesce all’interno. Guerra, fuoco, l’uomo ne è affamato, dice volere il nuovo, bambini sognano l’artificio. Plastica passeggia, cigolii da una busta reclamano riuso. Una persiana ancora viva contiene memoria, un’anziana signora sorseggiava il suo caffè prima di varcare l’uscio di casa, restano tazzine decorate con molte forme, nutriranno il mercato delle adozioni. Alberi potati, la vite ha dato buon frutto, una leggera seta bianca armonica col vento sorride. Un mendicante di nome Carmelo disturba le persone, è un ciclo, incontri, una traccia anela il profondo, improbabile comprende.

rise again

Più parlate di soldi e politica, e più mi rendo conto che siete di fuori. Noi non abbiamo mai fatto parte dell’Europa, certo sulla carta molti figli sembrano avere altri genitori. Kennedy prima che lo uccidessero, e vi prego non dite la boiata della mafia, ci aveva messo in guardia dalle origini di un nuovo ordine mondiale, ecco l’Italia appartiene a questo organo. Ma è possibile che non vi ricordiate chi eravamo, quanto di più mediocre ha prevalso, e quanto di più meritevole è stato bannato. Dai fate i buoni, italia uno. Notte

Please remember that the planet is feeling bad, we are only the cause.

Vi prego di ricordarvi che è il pianeta a stare male, noi siamo soltanto la causa.

MIa Cerchi d'Oro Catania

MIa Cerchi d’Oro Catania

Non fatevi prendere dal panico, ancora godiamo della Misericordia del Padre dei padri, saranno tempi difficili, ma superabili se restiamo tutti uniti. Ora il mio sangue sta gelando, mi sto forse esponendo troppo, ma cercate di comprendere questa pioggia, ogni singola goccia. Pace in terra

Ecological profit organization

Un Metro Quadrato di Bosco è semplice: Si adottano alberi stanchi di stare in vaso, predisposti alla libertà. Con questo progetto se venisse preso in considerazione dalle varie amministrazioni, non solo si arricchirebbe il paesaggio di pregiati alberi, inizierebbe un vero percorso di rimboschimento. L’amore fa miracoli, il sentimento li porta a compimento.

One square meter of wood

UN METRO QUADRATO DI BOSCO – FERROVIA CIRCUMETNEA – VIALE LEONARDO DA VINCI, CATANIA

Araucaria, l'albero dei dinosauri in memoria di Francesca Terranova Speciale

Araucaria, l’albero dei dinosauri in memoria di Francesca Terranova Speciale

Il progetto nasce per favorire la cultura volta a tutelare l’ambiente in un contesto urbano sempre più occupato dalla cementificazione. Alberi simboli di vita che uniscono il cielo alla terra, l’albero si “radica” sia in alto che in basso, affonda le radici e i suoi rami nell’etere, congiungendo così il mondo luminoso della coscienza a quello oscuro e sotterraneo dell’inconscio. Nutrendosi sia dell’ “immateriale celeste” che del “materiale terrestre”, l’albero permette e nutre la vita fisica sulla terra, dove è indispensabile, ad un livello anche semplicemente biologico, per la cosiddetta funzione di fotosintesi che compie. Questa vitale mediazione fra mondi opposti, reca con sé l’aspirazione ad un cammino di crescita e di evoluzione: il terreno germoglio che, nutrito da una potenza sacra, diviene albero fino a farsi asse del mondo, manifestandosi nel cosmo ed irradiandosi in ogni parte di esso, rappresentazione vivente del centro e della totalità.

Quante cose belle si guardano attraverso l'immaginazione. Seminare Poesia. Carmelo Coniglione

Quante cose belle si guardano attraverso l’immaginazione. Seminare Poesia. Carmelo Coniglione

Albero, simbolo di rinascita ed epifania. Epifania dal sacro che nasce dalla terra o cammino iniziatico dell’anima, queste eterne celebrazioni si uniscono ad un’altra potente risonanza simbolica: attraverso l’immagine dell’albero che continuamente si rinnova e rinasce, prendendo alimento da una sorgente sacra al centro del mondo, l’umanità ha modellato e dato corpo a una delle sue più profonde aspirazioni, la rinascita ed il perenne rinnovarsi della vita, la propria centralità nel cosmo, l’incessante anelito ad un mondo armoniosamente ordinato.

Il progetto sarà avviato mediante la collocazione di una prima essenza arborea prelevata dal palazzo della famiglia Speciale, e trasportato alla stazione Borgo per essere trapiantato in prossimità del piazzale ferroviario lato Viale Leonardo da Vinci. Nell’ambito di tale iniziativa verrà chiesto ad FCE la disponibilità per l’espianto e la piantumazione delle essenze arboree di cui si richiede l’adozione.