Archivio tag: scritto contemporaneo

collective intelligence

Le macerie sono parte del nostro passato, il rifiuto non esiste, tutto può essere reimpiegato.

Intelligenza Collettiva

Intelligenza Collettiva

Onde nel mare, nell’aria, vola il pensiero, si frammenta all’orecchio, frattura il cuore, piove, nasce vita dalla polvere.

Apro la porta, la goccia suona, un cerchio muore per dar vita.

Shared Experience

esperienza casa museo sotto l'etna

esperienza casa museo sotto l’etna

Ogni pianta ha la sua natura. La vita ci sorprende per la voglia che ha di trasformarsi. L’equilibrio di una memoria che protegge.

Folklore Sicily

Candelora Sant'Agata (Ortofrutta) Festa Via Conte di Torino - Catania

Candelora Sant’Agata (Ortofrutta) Festa Via Conte di Torino – Catania

Mentre i bambini lanciano caramelle a festa, un drago si prepara a scalare la montagna.

contemporary written

Più si cresce e più si resta soli, più si capisce e più incompresi si diventa, più si scopre e più bisogna coprirsi, più si vive nel miracolo e più tutto il resto diventa banale. Il Vero è vedersi per come si è, e non per come gli altri si riflettono in noi.

scritto contemporaneo

scritto contemporaneo

spice

L’amicizia è un legame che inizia con un incontro, cresce nel tempo a misura di spazio, si riconosce attraverso l’emozione della condivisione, si rispecchia nel bello, alleggerisce i mali, potenzia i beni. L’amicizia si riconosce, quando si è disposti ad accettare, nel rispetto delle proprie esperienze, che si tocca attraverso il cuore, si sente attraverso la luce, che gli occhi esprimono nell’incontro. Se non ci fosse stata l’amicizia, sarebbe sorta la sopraffazione, l’amicizia è rischio, ma è anche atto d’amore, è credo che guida attraverso la nostra percezione. Personalmente credo che un’amicizia, come un’alleanza, non ha mai fine, anche quando esistono periodi di apparente assenza delle parti, anche quando le persone che hanno avuto dono dell’amicizia, si discostano dal dono ricevuto, è il dono a fare ricordo, del primo incontro, e nel tempo, ricorda quando si ha cuore che non dimentica il bene, per seppellire il male, male rincontrato dentro. Dono, che ci porta a sconfiggere tutti quei fantasmi, che nella solitudine ferivano l’animo, ma che poi in fondo, non era altro che la miopia, nel vedere l’infinto disegno, delle strade visibili, e invisibili. Credo profondamente nella famiglia, comunità estesa ai deserti, alle foreste, e a tutto l’animato dello spazio.

spezia

spezia